Posts Tagged ‘Gesù’

Il “divenire dio” nel vangelo del Dio Logos

04/06/2011

Il “divenire dio” nel vangelo del Dio Logos: dalla consustanzialità progressivamente verso l’identicità

“Ma sempre attenendoci alle scrritture, nel Vangelo di Giovanni, è detto:

ai piedi della croce di Gesù stavano la madre, Maria moglie di Cleofa, e Maria Maddalena. Gesù, vedendo la madre e, vicino a lei, il discepolo prediletto, disse alla madre: “Donna ecco tuo figlio!” E al discepolo: “Ecco tua madre!” E da quel momento il discepolo l’accolse nella sua casa.  (Vangelo secondo Giovanni tradotto da S. Quasimodo: 19,25,26,27).

Da ciò si palesa che Gesù, quale incarnazione del nuovo piano di coscienza dialettica, intuì la sua origine anche dalla madre, dal femminile e non solo quindi dal padre, dal maschile.

E’ toccato infatti all’uomo cristificato Giovanni, quale incarnazione della appena raggiunta consapevolezza, solo intuita sulla croce dall’uomo Gesù, della consustanzialità anche con la madre, il femminile e quindi con l’oggettualità tutta della vita concreta e materiale, quale corpo universale, il compito di portare avanti l’evoluzione della coscienza, riconoscendo progressivamente nella dimensione oggettuale l’oggettivazione che il soggetto primo, ovvero il logos che era in principio, aveva fatto di sé ponendo sé fuori di sé e riconoscendo quindi il femminile come altrettanto soggetto quanto il maschile.

Evento questo che avrebbe portato a realizzare oltre la consustanzialità fra l’uomo e dio, la coessenzialità fra l’umano e il divino in quell’unica realtà che è il pensiero uno fattosi infine consapevole di sé come il vivente grazie al riconoscersi del soggetto nell’oggetto e dell’oggetto nel soggetto.”

(S.Montefoschi, Il manifestarsi dell’essere in Silvia Montefoschi, 2010, cit. pag.174)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: