L’avvento del Regno specificamente umano

Il sogno

Una notte il pensiero, nel veder se stesso in sé, si disse in chi da esso era traversato:

“La chiave d’oro dalle profondità del mare saltò nelle mie mani”

Da allora la chiave aprì tutte le porte degli stati di coscienza ub cui si era frammentata la visione del pensiero e che si rivelarono come relativi al livello di riflessione del pensiero stesso.

La chiave d’interpretazione

Che cos’è infatti la chiave d’oro?

“L’unica chiave di lettura che spiega tutto ciò che è stato e tutto ciò che è.

E la chiave è dunque il soggetto pensante uno, che nell’uomo si fa per la prima volta riflessivo, soggetto dal punto di vista del quale l’essere stesso si fa manifesto a se stesso a seconda del livello di riflessione che il soggetto stesso raggiunge.

L’evento: l’ultima mutazione

Così come la mutazione che ha dato nascita all’uomo ha portato per la prima volta il soggetto pensante a riflettere su se stesso, ma soltanto dal punto di vista individuale, analogamente l’ultima mutazione ha portato il soggetto pensante a riflettere su se stesso a riflettere su se stesso finalmente dal punto di vista universale.

(Il brano riportato è tratto da Silvia Montefoschi,”L’avvento del regno specificamente umano”, 2004 – cit.pag. 9-10. Le titolazioni dei vari paragrafi non sono presenti nel testo originale ma sono stati aggiunti dall’autore di questo sito web)

Webgrafia

L’avvento del regno specificamente umano 1

L’avvento del regno specificamente umano 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: