950. Memoria e materia

“[…] la fine del mondo
deve ancora venire
essendo dio
tuttora ossessionato
dal ricordo del suo
doloroso passato
e poichè dio
ricorda il mondo
e quindi lo pensa
il mondo
che è il suo pensato
non si è ancora cancellato
e fino a che dio
non dimenticherà
il mondo resterà
perchè
anche se
i cani sciolti
dovessero
nel loro reciproco ridursi a brandelli
farlo eplodere
in miriadi di frammenti
resterebbero sempre
delle pur minime particelle
a sostanziare
l’aspetto materiale del reale
che è appunto ciò
che noi chiamiamo
il mondo.”

(Silvia Montefoschi, “Scherzo in attesa della fine del mondo – Preludio, andante, primo tempo“, sta in “L’essere vero“, 1996, cit. pag. 321)

Tag: , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: