951. Parlare, comunicare: ma a chi?

” Noi non abbiamo più da comunicare ad altro da noi.
E, quando si dà, dobbiamo dirci, e se non ci stanno a sentire a noi non ci riguarda, non è che l’altro ci deve capire, l’essere si dice […] ”

(pag 61 di F. Raggi “La vita vera nella realtà quotidiana”, 2011)

“Ricordo un sogno molto bello in cui: ” la sognatrice entrava nella città del futuro che già si dava nel mondo, e la caratteristica degli abitanti, degli esemplari della città del futuro era quella che ognuno parlava di ciò che sapeva solo a chi già sapeva quello che l’altro sapeva e diceva.”
(Intervista a Silvia Montefoschi – Milano 2003 a cura dei Gruppi Evolutivi Autocentrati – GEA sta in http://www.geagea.com/Monografie/Fil-02/3.htm)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: