987. Il capolinea dell’evoluzione “hardware”

IL SIMBOLO Circa 2 milioni di anni fa nella regione intorno al Lago Vittoria situata nell’odierno Kenia, si da inizio con l’invenzione del primo strumento di lavoro al “processo di umanizzazione” tutt’uno con la “storia del lavoro” e il “processo di socializzazione” che avrà ricadute anche sull’ulteriore evoluzione “hardware” della specie umana.
LA MEMORIA Si tratta di un avvenimento di grande importanza in quanto il primo strumento di lavoro è anche il primo simbolo ed è grazie al simbolico, anche se fino ad oggi ritenuto comunque altro dal reale, che la libido umana trova il suo gradiente naturale che la guida in una direzione negaentropica accelerando quel movimento evolutivo messo in moto 15 miliardi di anni fa dall’evento Big Bang di cui permane ancora nell’universo intero la traccia mnestica sotto forma di radiazione cosmica di fondo (CMB) intuita dall’astrofisica nel 1940 e rilevata effettivamente nel 1964.
MUTAZIONI La creazione del simbolo che media il rapporto di questi ominidi con la natura avrà delle ricadute in termini di mutazioni fisiche della stessa forma corporea di tali ominidi e l’ulteriore evoluzione del corpo umano si svolge in questi ultimi 2 milioni di anni fino a stabilizzarsi 100 mila anni fa quando i nostri più vicini antenati iniziarono dall’allora Sud-Africa ad emigrare colonizzando tutto il pianeta e raggiungendo, da pochi esemplari sempre in costante pericolo di estinzione, l’attuale popolazione di sei miliardi di individui.
DALLA DIALETTICA AL DIALOGO Da allora l’evoluzione hardware vera e propria si è bloccata avendo raggiunto, quel tipo di evoluzione materiale, il suo capolinea. L’evoluzione però non si è fermata per niente da allora ma è proseguita e tutt’ora continua con un’altra modalità: quello dell’evoluzione della coscienza e più precisamente l’evoluzione della coscienza umana che da antinomica si dialettizza sempre più fino a raggiungere “il dialogo oltre la dialettica” in quanto anche la dialettica come la guerra è interminabile malgrado le “sintesi” intermedie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: