A sua immagine e somiglianza

A sua immagine e somiglianza: il noto brano del Genesi con cui inizia “il libro dei libri” dice che l’umanità è fatta a immagine di dio.

Siccome aggiunge che “li fece perciò maschio e femmina” se ne deduce che dio è sia maschio che femmina.

Questo legittima di parlare anche di “Dio-Femmina” o anche di “Dio-Donna”  come l’altro aspetto di dio.

Personalmente ritengo che questo brano vadi letto nel senso che dio è il Pensiero e che questo Pensiero è costituito dai due termini del discorso che sono appunto il maschile e il femminile di dio.

Questo significa che Dio, Colui che è,  cioè il Pensiero che era in principio e da cui tutto deriva non è l’uomo e la donna separati ma che nell’uomo stesso o anche nella donna ciascuno è singolarmente a immagine di dio, quindi è pensiero e che in ciascuno vi sono entrambi i due termini del principio dialogico.

Se invece, nella cosiddetta realtà concreta, la donna è solo la donna e l’uomo è solo uomo o così credono di essere, è perchè storicamente questo pensante si è identificato in uno solo dei due termini e non in entrambi i termini del principio dialogico,  così se la donna è donna ugualmente è perchè si è identificata in uno solo dei due termini e lo stesso percorso identificativo vale per l’uomo.

Il Pensiero per funzionare creativamente e non ripetitivamente deve riprodurre il battito del cuore ovvero sistole e diastole, esplosione e implosione.

Da questo punto di vista il filosofo Hegel nel cogliere il movimento di alienazione e susseguente recupero del Pensiero nel suo estraniarsi da sè e recuperarsi, o Freud nel rileggere questa stessa dinamica nei termini di proiezione, rimozione e recupero a sè del proiettato grazie al ritorno del rimosso, illustrano entrambi quello stesso movimento del pensiero e ne elaborano la teoria scientifica per illuminarne una prassi conseguente per porre fine infine alla alienazione una volta per tutte salvo restando che comunque l’alienazione quale movimento storico dell’essere non va demonizzato come il “male” ma come ha ben messo in luce Hegel si tratta di un movimento necessario: l’alienazione come momento necessario del processo conoscitivo.

Aver visto la positività dell’alienazione come ha di fatto visto e teorizzato Hegel non implica assolutizzarne la necessità, in quanto anche l’alienazione è un fatto storico, cioè datato a un momento dell’evoluzione con cui l’essere si ingegna per conoscere sè stesso: l’alienazione per quanto poi ci piombi nella valle di lacrime è una invenzione geniale dell’Essere, oggi però ci sono tutti gli strumenti conoscitivi per poterne fare a meno senza che i due termini della relazione conoscitiva si imprigionino in una simbiosi autistica.

Dunque ciascuno, in quanto simile a dio, il Pensiero, è simile a dio tutto intero e ciascuno ha in sè tutti e due i termini della dinamica del pensiero: il maschile e il femminile di dio, la potenza e l’atto con cui il Pensiero di progetto e attua questa suo progettarsi.

Malgrado ciò il singolo individuo è solo uno dei due termini e non anche l’altro termine della dinamica conoscitiva, come del resto attestano anche le sue fattezze fisiche, ma l’altro termine è anch’esso un’altra persona reale pur non essendo esterno al pensiero che la forma finita individuale incarna.

Dio è il pensiero e il pensiero è la vita e la vita è l’amore.

Quella che noi viviamo dunque è solo la preistoria della storia del Verbo.

Finirà una buona volta questa preistoria del Pensiero che proprio per questo è anche  la preistoria della Vita!

Dopo la scimmia c’è l’uomo e dopo l’uomo ci sarà Dio stesso.

Allora per la prima volta sarà finalmente Dio, Dio che ancora adesso non esiste.

Dunque facciamo bene ad essere atei adesso ma  infine Dio sarà.

Advertisements

Tag: , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: