L’evento della scomparsa del Soggetto Riflessivo Individuale nei nuovi e ultimi mutanti

Quando il pensiero compie il suo ultimo salto riflessivo, che provoca l’ultima mutazione, il soggetto riflessivo individuale scompare, dal momento che il soggetto riflessivo unico si è spostato sul piano della super riflessione, facendo pertanto scomparire quel terzo mediatore che è la funzione riflessiva dell’io e che media il rapporto tra il darsi immediato dell’Essere e il suo conoscersi.
Infatti, dal punto di vista della super riflessione, il darsi si fa tutt’uno con il suo conoscersi e viceversa, nella conoscenza immediata che i due fanno di sé come fossero uno. Questo comporta il passaggio dalla logica della non contraddizione, che impone la separazione tra soggetto e oggetto quali enti diversi, dove l’uno è sempre il conoscente e l’altro è sempre il conosciuto, alla logica dell’Uno, che sa di sé in se stesso nel reciproco sapersi dei due come fossero uno.

(Lorenzo Solimè, “L’eco della voce del pensiero ovvero il dirsi dell’Essere nel dire dell’Uomo”, 2005)

Annunci

Tag: ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: