I limiti di Hegel: l’altra dialettica, la dialettica della natura

“Ma l’occhio che Hegel ha aperto per l’intera umanità, avendo visto la dialettica, ha visto anche che la dialettica, in quanto tale, non si può fermare; sicchè quell’occhio stesso, riflettendo su se stesso, oggi vede il limite della propria visione che sta nella univocità maschile del conoscente, e, andando oltre lo stesso, incontra ciò di cui quel conoscente è il riflesso: l’oggettualità dell’essere nel suo divenire dialettico.”

 

(S.Montefoschi, “Psicoanalisi e dialettica del reale” 1984, cit.pag.137)

 

 

 

Advertisements

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: